Babbo Running Milano 2017

Finalmente è arrivato il momento che il Paperino di Natale aspettava da tempo. Partecipare all’edizione milanese della Babbo Running. Un’occasione unica per ritrovarsi insieme a tante persone che indossano il suo stesso cappellino.

Essendo di dimensioni molto ridotte si nota appena mentre viene fotografato sotto alla bandiera della Babbo Running, foto che serve per uno dei suoi progetti strampalati, dedicato unicamente a lasciare una ricchissima documentazione ai posteri. Per far questo inizia a disturbare i partecipanti invitandoli a fare delle foto con lui. Il Paperino di Natale, durante le sue uscite, riesce sempre a farsi tanti amici essendo un tipo che ama stare in mezzo alla gente e oggi di persone ne ha conosciute veramente tante.

Poco per volta arrivano tutti e la Piazza del Cannone, dietro al Castello di Milano si riempie. Il Paperino di Natale è sempre più gasato. Tantissime persone vestite da Babbo Natale in attesa della partenza.

Inizia la corsa e ognuno procede come meglio crede, chi cammina, chi ne approfitta per portare anche il cane, chi procede da solo, chi è venuto in compagnia, altri scattano veloci. Il Paperino di Natale pensa di barare utilizzando la sua leggendaria macchinina, col motore truccato con tecnologia aliena. Potrebbe coprire i cinque chilometri del percorso in alcuni nanosecondi. Questa volta il pensiero lo sfiora solamente, si perderebbe tutto questo meraviglioso fiume colorato.

Dopo duecento metri inizia ad avere la sua solita sete mostruosa e vede all’orizzonte un piccolo chiosco delle bibite. Decide di fermarsi per fare il pieno, anche se non ha idea sulla bibita da prendere. Appena si ferma incontra dei nuovi amici che stanno brindando al Natale con dell’ottima birra sarda. Il Paperino di Natale non ha mai assaggiato la birra e ne approfitta subito unendosi al gruppo.

La fisiologia delle Anatre Spaziali è molto diversa da quella umana. Il Paperino di Natale è molto contento dell’evento e di tutti i nuovi amici che ha incontrato. Ma dopo una ventina di metri inizia a sentire le zampine pesanti. È costretto a fermarsi sedendosi sul bordo della fontana davanti al Castello. Non riuscendo più ad alzarsi, questa volta si accontenta di guardare i partecipanti che gli passano davanti.

Mentre la gara procede attraversando ogni sentiero del parco dietro al Castello, il Paperino di Natale rimane immobile in attesa di smaltire la sua prima sbornia e sicuramente l’ultima che prenderà nella sua vita di anatroccolo proveniente dallo spazio.

www.babborunning.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.